Campagna “Sostenibilità….cosa, come e dove” 2011

 

Negli ultimi anni la tematica della qualità della vita viene affrontata da molti punti di vista con diversi approcci scientifici e culturali. Qualità dell’ambiente, qualità dei servizi e delle relazioni sociali, qualità dei consumi e delle produzioni sono i vari risvolti che con sempre maggiore intensità si impongono all’attenzione della collettività, nel confronto politico e nel dibattito sociale, nell’ottica di un loro sostanziale miglioramento all’interno di uno sviluppo sostenibile. 

Già nella Conferenza di Rio e nell’ultimo vertice dello sviluppo mondiale di Johannesburg si è puntata l’attenzione sulle nuove sfide da affrontare per realizzare un modello di sviluppo che coniughi  gli aspetti economici  con quelli sociali e ambientali, in grado di assicurare  una società più equa e prospera anche nel rispetto delle generazione future. Tra i temi ritenuti prioritari dal vertice si trovano il benessere della popolazione,  la globalizzazione e lo sviluppo, nuovi modelli di produzione e consumo, con un attenzione particolare al sistema educativo ed al suo contributo per la messa in campo delle energie giuste alla realizzazione di tutto ciò.

La campagna di sensibilizzazione “Sostenibilità . . . cosa, come e dove”, realizzata dal CEDAM per l’annualità 2010/2011, affronta questi temi con un obiettivo principale: inserirsi e amplificare il coinvolgimento di cittadini, insegnanti, studenti, associazioni, imprese, ecc. in un dibattito serrato sui propri stili di vita e sulle buone pratiche comportamentali da attuare per uno sviluppo sostenibile. 

Per l’universo scolastico sono state realizzate delle azioni con la  finalità principe di implementare nella scuola l’uso dei metodi di lavoro in grado di migliorare le conoscenze nel campo della sostenibilità, promuovendo comportamenti virtuosi a vantaggio della qualità della vita della comunità scolastica e locale e nell’ottica della integrazione delle competenze specifiche.

TABELLA ISTITUTI COINVOLTI